U18: sconfitta amara, ma l’U18 è unita più che mai

MANERBIO BASKET
BASKET BANCOLE
65 – 62

Una sola parola: cuore. È il cuore che il Bancole ha messo nella partita contro Manerbio. È il cuore che esplodeva fuori dal petto per le emozioni che sono state una costante per tutto il match. È il cuore pieno di amarezza per il risultato finale che è indubbiamente immeritato per la voglia e per la grinta che i ragazzi hanno messo. E’ stata un partita che ha visto azioni molto buone in attacco, alle quali seguiva poi però una difesa un po’ troppo fallosa che ha permesso alla squadra di casa di rimanere sempre agganciati grazie ai tiri liberi segnati. Sarebbe però ingiusto e ingrato rimproverare di non aver messo gli attributi, dato che il morale e la fame di vincere non è mai scemata dal primo all’ultimo secondo. L’attenzione è infatti rimasta sempre al massimo, grazie anche ai timeout chiamati dal coach Regattieri che hanno caricato la squadra come una molla durante tutte le fasi della partita, una partita infinita, allungata ancora di più dall’overtime.
Possiamo quindi andare al prossimo incontro con due consapevolezze: il gruppo c’è e vuole far la differenza, dimostrando di avere le capacità per puntare in alto e curando di più la difesa, con particolare attenzione ai tiri dalla lunetta, si può arrivare ad avere un gioco equilibrato ed efficace.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone