4 in 1: le squadre del Bancole fanno poker di vittorie

4 in 1: le squadre del Bancole fanno poker di vittorie

 

Penso che i tifosi, i giocatori, gli allenatori e la società aspettassero questo momento dall’inizio della stagione ad ottobre. Un weekend nel suo insieme praticamente perfetto, che ha permesso di portare a casa quattro successi importantissimi sia per la classifica sia per il morale. La prima squadra ha giocato un’ottima partita contro Casalmaggiore, nonostante le assenze per malattia di Modenini e Ferriani,  dimostrando concentrazione, coraggio e cuore minuto dopo minuto. Un match contro una squadra forte e temibile, che è stata piegata con grinta e determinazione, dando alla squadra la consapevolezza che ci siano tutte le carte in tavola per lottare con le migliori. L’U18 si è aggiudicato il suo primo match della stagione, vincendo sul filo del rasoio contro Rezzato per 54-51. Un match che, tiri liberi a parte, è stato nel complesso positivo, aggressivo e coordinato in difesa, efficace e veloce in attacco. Se dopo il primo e secondo quarto sembrava di essere alle prese con i soliti difetti (parziale di 30-15), nella seconda parte della gara si è finalmente visto tutto il potenziale dei ragazzi, che hanno raddoppiato i canestri, portando al testa a testa finale, che ha alla fine premiato la squadra in trasferta. Un’altra grande prova di forza è stata quella della squadra U16 che non ha mai vacillato contro gli avversari di Manerbio e che è rimasta sempre in vantaggio, imponendosi senza particolari difficoltà e ottenendo un bel 62-75. Gli equilibri in campo si sono visti fin dai primi minuti, con la press dei ragazzi mantovani che non ha lasciato respiro alla squadra di casa, in difficoltà e schiacciata nella propria metà campo. Il trend è stato poi mantenuto anche negli altre tre tempi, dando prova di solidità e controllo della situazione. Ultima ma non per importanza, l’U14, che ha portato a casa un 51-48 ottenuto per il rotto della cuffia contro Carpenedolo. Una partita che è stata tutta all’inseguimento per il Bancole, con un parziale di 22-24 alla seconda sirena emblema di due squadre che faticano a macinare punti. Il terzo periodo sembra dare ragione ai bresciani che vanno ad un modico ma abbastanza rassicurante +7, sintomo di una squadra che non riesce a stare al passo e che rischia di perdersi proprio nel clou della partita. Ed è in questo momento che i ragazzi di casa danno la zampata finale, richiudendo il gap e sopravanzando di quel tanto che basta per fermare gli avversari.

Guardiamo però alla prossima giornata con umiltà e testa bassa, lasciando da parte gioia e festeggiamenti, perchè la strada da fare è ancora lunga e le difficoltà sempre in agguato.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone