U18: Bancole sbatte il muso contro i propri difetti

BOOM! La partita di mercoledì è come una bomba esplosa nelle mani degli artificieri. Una bomba che si è cercato in tutti i modi di disinnescare, ma che alla fine è inesorabilmente deflagrata. Anzi no, all’inizio. Il match è infatti cominciato con un terrificante 24-2 dopo otto minuti di gioco. In campo sembrava ci fossero da una parte dei fenomeni e dall’altra una squadra che non riusciva a reagire e a ribaltare la situazione. Principalmente a causa di tiri sbagliati, gioco apparentemente senza uno schema e difesa poco efficace. Nel secondo quarto, poi, si è vista una ripresa decisamente timida, che però sotto il continuo spronare e incitare dei coach Regattieri e Mezzadri lasciava una seppur ancora piccola speranza di risollevarsi. In fondo il distacco non era incolmabile: quindici punti. Nel terzo periodo si è vista una risposta, che però a tratti era convincente, come dimostrano i punti recuperati in pochi minuti, e a tratti tornava debole, mandando in fumo la fatica e la grinta delle azioni precedenti. Il minimo distacco, -9, lasciava però molte possibilità di portare a casa il risultato. Bisognava, ora più che mai resistere e continuare a macinare punti. Poi, a sei minuti dalla fine la luce si è spenta e allora tutti i buoni auspici della vigilia si sono frantumati. Insomma, i presupposti per fare bene c’erano tutti, ma anche questa volta la squadra è caduta per i propri difetti, che dovrà affrontare al più presto per tornare a puntare in alto.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone