L’U18 batte con poche difficoltà la Vanoli, ma rimane un po’ di amarezza

VANOLIYOUNG – BASKET BANCOLE 53 – 74

Se volessimo dare un giudizio puramente in ottica “opportunistica” e di punteggio, diremmo senza dubbio che è inutile recriminare sul vantaggio di 21 punti al suono della sirena, perchè ciò che conta è portare a casa il risultato, poco importa se si vince di un solo punto o di cento. Guardare il match in quest’ottica, però, non permette di ragionare sugli errori commessi, con l’obiettivo di migliorare sempre di più, per avere la possibiità di giocarsela e, perchè no, di battere anche le squadre più forti, come il Carpenedolo, che i ragazzi dei coach Regattieri e Mezzadri incontreranno martedì prossimo. Guardando nel dettaglio la partita, infatti, è evidente come la partenza sia stata decisamente ottima e come la concentrazione sia stata mantenuta per tutto il tempo dei primi due quarti, come dimostra il parziale di 26-52 dell’intervallo. I troppi errori degli avversari, insieme all’attenzione, alla velocità, e all’efficace giro palla del Bancole, infatti, hanno messo in evidenza fin da subito come i favoriti fosse la squadra in trasferta. Nel terzo periodo, però, la macchina macinasassi dei primi venti minuti comincia a mostrare segni di cedimento, innanzitutto mentali, che si traducono poi anche in campo. Cionostante, a dieci minuti dalla fine, il gap è abbastanza ampio. Ed è in quel momento che le imprecisioni diventano troppe e grossolane, regalando così l’ultimo quarto alla Vanoli per 14-6, lasciando l’amaro in bocca per una partita che, malgrado la vittoria, poteva essere stravinta, superando anche i fatidici cento punti.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone